uacc

uacc

giovedì 16 agosto 2018

Regata del 1 e 2 settembre

Come da calendario, il 1 e 2 settembre a Forte dei Marmi presso lo Yachting Club Versilia si svolgerà la terza regata valida per l'assegnazione del titolo di Campione Nazionale UACC 2018.
Inutile dire che ci aspettiamo una presenza numerosa per confermare lo stato di salute della classe.
A questo link
http://ycvfdm.it/wp-content/uploads/2018/08/UACC-Bando-regata-1-2-settembre.pdf
il bando di regata.
e qui la locandina
 http://ycvfdm.it/wp-content/uploads/2018/08/locandina-regata-12-settembre.pdf



venerdì 10 agosto 2018

Regate, classifiche, rimborsi e ......


Cari amici classici,
arrivati al giro di boa della stagione agonistica ufficiale della Classe siamo qui a fare il punto della situazione.
Si sono svolte le prime due regate in calendario (Igea Marina e  Bracciano) che hanno visto la partecipazione, oltre ai locali,  di equipaggi provenienti  dalle altre zone . E quindi finalmente i timonieri hanno ricominciato ad agganciare i carrelli . Da questo punto di vista c’è da dire che  in queste due prime regate la parte dei leoni l’hanno fatta gli amici di Senigallia a cui va tutto il nostro apprezzamento.
Le regate sono state belle e combattute e corse con venti medi, condizioni che coniugano al massimo l’aspetto tattico con l’acrobaticità del mezzo. Insomma dai, diciamo che ci siamo proprio divertiti anche grazie all’impeccabile accoglienza ed assistenza messa in campo dai circoli organizzatori. Ricordiamo che quest’anno il titolo di campione nazionale si assegna sulla base di una ranking list che tiene conto di tutte e quattro le regate nazionali e quindi qui sotto pubblichiamo la classifica aggiornata senza scarti.
 

Il Consiglio direttivo, visto l’interesse e la partecipazione alle regate, ha deciso di dare un ulteriore segnale di vitalità della classe. A fine stagione la rimanenza di cassa, verrà ripartita tra i regatanti che saranno stati presenti ad una o più regate nazionali, il tutto proporzionalmente ai chilometri percorsi. Unica condizione essere presenti all’ultima tappa sul Trasimeno dove il tutto verrà conteggiato e assegnato.

Detto ciò non possiamo ignorare la discussione avviata sulla chat, in merito alla quale come consiglio direttivo non possiamo che fare alcune precisazioni.
La questione riguarda lo svolgimento dell’”euro classic” di cui la tappa italiana è coincidente con l’italiano classe A che si svolge a Calambrone dal 6 al 9 settembre . Vari punti di vista sono stati espressi. 
Come classe UACC possiamo soltanto ribadire che :
1.       gli eventi nazionali della classe approvati dalla FIV per il 2018 sono :
9-10 giugno Club Velico Rio Pircio – Bellaria Igea Marina
14-15 luglio Associazione velica Bracciano – Bracciano
1-2 settembre Yachting Club Versilia – Forte dei Marmi
20-21 ottobre Club Velico Trasimeno- Passignano sul Trasimeno
E tali eventi rimangono validi come riferimento per le classifiche UACC.

2.       Il calendario dell’evento “euro classic” è stato pubblicato senza nessun coinvolgimento dell’UACC.

3.       Tutti noi consideriamo il catamarano classico classe A non come una barchetta di serie B o surrogato dei foil, ma una signora barca con alle spalle una gloriosa tradizione e differente dai volanti. E’ per questo che è nata la classe, peraltro subito riconosciuta in ambito federale, il che ci fa pensare che forse il nostro punto di vista non è del tutto privo di fondamento. E quindi  per noi non ha senso regatare insieme a barche similari ma differenti. Non ha senso dove poi i titoli assegnati non tengono conto di tali differenze, ma il prevalere del classic o del foil è legato all’intensità del vento ed alla presenza dell’onda. Eppoi, comunque come contentino, alla fine trovarci relegati in una classifica a latere che non conta niente.

4.       In futuro, al fine di evitare tali incresciosi episodi, crediamo che gli eventi vadano discussi e calendarizzati tra associazioni nazionali “classiche” che debbono avere pari dignità e non essere scavalcati a beneficio di associazioni foil.

5.       La UACC mantiene in essere il suo calendario come sopra riportato, sarà poi una decisione dei singoli regatanti decidere se partecipare a l’uno o a l’altro o ad ambedue gli eventi